Cassero isolato per setti portanti in C.A.

Cassero isolato per setti portanti in C.A. 19 settembre 2011

Unica soluzione a doppio isolamento termico

E’ un innovativo sistema costruttivo per realizzare pareti in c.a. in grado di integrare in un’unica soluzione le capacità di resistenza meccanica del calcestruzzo con le capacità di isolamento termico del polistirene.

Il sistema è basato su degli elementi che, mutuamente e velocemente collegati tra loro realizzano una casseratura in polistirene atta a ricevere il getto di calcestruzzo e a portarlo a maturazione. Tali elementi, inoltre, restando in opera, garantiscono un elevato isolamento termico della parete.

Questa capacità è legata alla presenza di polistirene sulle superfici interna ed esterna della parete. Infatti, utilizzando questo sistema si possono assicurare valori di trasmittanza U anche di 0,14 [W/mqK], in modo da allinearsi alle più severe richieste della nuova normativa di settore, nata in seguito all’adozione del protocollo di Kyoto.

Che cos’è

E’ un cassero costituito da due pannelli in polistirene espanso (EPS) affacciati tra loro e collegati da distanziatori in modo tale da creare un’intercapedine (un vuoto tra le superfici). I distanziatori in polipropilene (PP) sono appositamente progettati e testati per resistere al getto di calcestruzzo e sono posizionati ad un passo costante per impedire l’eccessiva compressione e deformazione dei pannelli in polistirene. I distanziatori presentano apposite sedi per posizionare l’armatura orizzontale sulla quale legare quella verticale, come richiesto da progetto. La sommità dei pannelli presenta dei pioli (tasselli) per facilitare e guidare l’incastro tra i vari pannelli: la particolare trama garantisce che non ci sia fuoriuscita di malta cementizia attraverso i giunti, durante la fase di getto.

Si ottiene in questo modo un elemento leggero, comodo da movimentare e posizionare nelle operazioni di montaggio in cantiere.

Gli elementi sono disponibili in diverse dimensioni e forme.

Hanno un’altezza standard di 40 cm, la lunghezza è di 120 cm e spessori del lato esterno diversi (6,0– 9,0 – 12,0 – 18,0 cm).

Caratteristiche principali del prodotto, sono l’elevato potere termo-isolante e l’inerzia termica, a cui è collegato il fattore risparmio.

Il risparmio con il sistema  sui consumi energetici del riscaldamento, ma anche del raffreddamento, è drastico.

Potere termo-isolante

L’elemento standard  è formato da due pannelli in polistirene. Un pannello standard da 6 cm, rivolto verso l’interno dell’edificio, e un pannello esterno fornito in diversi spessori (6 cm, 9 cm, 12 cm e 18 cm). Il sistema è in grado di garantire un valore di trasmittanza U pari fino a 0,14 W/m2K (attitudine di una parete a trasmettere il calore).

Acustica

Il rumore era, sino a poco tempo fa, una delle fonti di inquinamento più sottovalutate e meno controllate, solo da pochi anni è stato riconosciuto come grave minaccia per la salute e per il benessere psico-fisico dell’uomo. Questa presa di coscienza ha portato il legislatore ad elaborare delle leggi che regolamentano i livelli ammissibili di inquinamento da rumore.

Un edificio deve essere in grado di garantire che le attività svolte al suo interno soddisfino l’esigenza prioritaria del benessere uditivo.

Il benessere uditivo è da intendersi come controllo dei suoni, dei rumori aerei e impattivi che possono provenire sia dall’ambiente esterno che dagli spazi collegati.

Lo spazio abitativo deve essere caratterizzato da un livello sonoro i cui valori non superino i limiti massimi consentiti, oltre i quali non può esistere il benessere.

Tutte le chiusure verticali ed orizzontali che delimitano un edificio devono garantire che le condizioni ambientali interne rispetto a quelle esterne soddisfino:

- l’isolamento acustico ai rumori aerei

- l’isolamento acustico alla propagazione dei rumori impattivi

- l’assorbimento acustico

Questo obiettivo è alla base della ns. progettazione , infatti lo si può raggiungere attraverso una progettazione di pareti e solai attenta all’uso dei materiali e alla loro posa in opera.

PRESTAZIONI DEL SISTEMA

Pareti divisorie

Il sistema  è in grado di garantire i livelli prestazionali richiesti dalla Norma DPCM del 5 dicembre 1997. In particolare nel caso di una parete divisoria tra unità immobiliari, laddove si preveda un rivestimento in cartongesso dello spessore di 1,25 cm su ambedue i lati, il sistema è in grado di garantire un R’w (Potere fonoisolante apparente) pari a 52,3 dB, rientrando quindi nei parametri richiesti.

Pareti esterne

Analoghe prestazioni sono garantite dalle pareti esterne di tamponamento. In questo secondo caso, laddove si preveda l’utilizzo di una lastra di cartongesso interna (spessore 1,25 cm) e dal lato esterno una doppia rasatura con rete in fibra di vetro tessile e rivestimento acrilico antialga, il sistema è in grado di garantire un valore D2m,nT,w (Isolamento acustico standardizzato di facciata ottenuto considerando una superficie media degli infissi) pari a 45,1 dB.

Ricordiamo che il valore minimo di legge previsto è di 40 dB per gli edifici residenziali.

Il sistema Climablock con spessori maggiori della parete in C.A., può fornire un risultato di isolamento acustico con valori di gran lunga superiori alla richiesta della normativa.

Oltre allo spessore 15 cm di C.A. ricordiamo che sono disponibili elementi per un setto di 20 cm (come nell’esempio in immagine).

Gli elementi  sono disponibili in diverse dimensioni e forme. Hanno un’altezza standard

di 40 cm, la lunghezza è di 120 cm e spessori del lato esterno diversi (6 – 9 – 12 – 18 cm).

 

Richiedi un preventivo secondo le tue esigenze:
solo materiale, e/o materiale più posa.  VAI AL FORM